Pipindune e ova o peperoni e uova strapazzate

Pipindune e ova ovvero peperoni e uova, è una ricetta tipica Abruzzese che amo moltissimo,generalmente viene servito insieme ad una generosa raffica di antipasti saporiti e gustosi nelle trattorie.Con un cozzetto di pane e un bel bicchiere di vino rosso può tranquillamente essere un pranzetto o una cena cucinata velocemente.Amo mangiare in questo modo,semplice ma buono,pochi ingredienti ma cucinati insieme a dovere,non esiterei a servire pipindune e ova anche su delle bruschette di pane in attesa che il pranzo sia pronto,se invece volete provare la frittata di peperoni trovate la mia ricetta CLICCANDO QUI 

Pipinduni e ovaIngredienti per 4 porzioni di pipindune e ova

  • 2 peperoni  grandi (magari 1 rosso e 1 giallo)
  • 3 uova
  • Sale
  • Pepe
  • Prezzemolo a piacere
  • Olio evo
  • 1 spicchio di aglio

Prepariamo pipindune e ova 

Tagliate a filetti i peperoni puliti e privati della parte spugnosa interna e di tutti i semini,metteteli in una padella con due giri di olio e uno spicchio di aglio.Fate rosolare tenendoli coperti,rigirate di tanto in tanto,se dovesse essere necessario aggiungete un pochino di acqua.

Quando saranno ben rosolati togliete l’aglio e aggiungete una presa di sale e 1 dito di acqua,coprite e portate a termine la cottura a fiamma medio/bassa.Si formerà una cremina sul fondo.Quando i peperoni saranno cotti,dopo circa 15 minuti di cottura spegnete il fuoco e lasciateli intiepidire.

In una ciotolina mettete le 3 uova, il sale e il pepe e una presa abbondante di prezzemolo tritato ma solo se vi piace,sbattete bene le uova e aggiungetele nella padella in cui avete cotto i peperoni e cuocete mescolando finché l’uovo non si sarà rappreso.Pipindune e ova

P.S :

Se provi questa ricetta dimmi del tuo risultato e se ti è piaciuta.

Se se vuoi rimanere aggiornata sulle ricette del mio blog lascia il tuo “mi piace” sulla mia pagina Facebook! 😉

Grazie e a presto con una nuova ricetta!

 

Precedente Gamberoni al brandy Successivo Risotto asparagi e zafferano

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.